Un anno di ricerche su Google: la top-ten italiana delle parole più cercate nel 2019

0
376

Dimmi cosa cerchi su Google, e ti dirò chi sei! Se dalla nostra cronologia è possibile dedurre tutti i nostri più nascosti segreti, ampliando il discorso su scala nazionale è possibile invece dedurre classifiche interessanti su quali siano state, in questo ultimo anno, le curiosità in generale degli italiani. A stilare la “classifica delle ricerche”, è stato lo stesso Google, il motore di ricerca che ha imparato a conoscerci in relazione a cosa gli chiediamo.

Google, la classifica delle ricerche italiane nel 2019

Dai “perché” ai “come si fa”: sulla barra di ricerca di Google non esiste nulla che non sia stato cercato, almeno una volta.

Parlando però di quello che, in maniera circoscritta, gli italiani hanno cercato di più diventa interessante. Il quadro che se ne ricava assurge ad essere di fatto una mappa di eventi, tendenze e gusti che ci hanno alimentato l’anno che sta volgendo al termine. Partendo dai “personaggi” che sono stati, su tutti, i più googlatiin cima alla classifica c’è il nome di Nadia Toffa, la iena morta quest’anno a soli 40 anni dopo una lunga battaglia contro il tumore. Subito dietro Luke Perry, la star di Beverly Hills scomparsa quest’anno. Al terzo posto sul podio, la cantante Mia Martini seguita da Mahmood, rivelazione sanremese, l’attuale calciatore del Paris Saint-Germain ed ex Inter, Mauro Icardi e nei primi 10 anche Emma Marrone, il controverso Achille Lauro e Patty Pravo.

Da come fare a perché: i dilemmi del 2019

Ma, come dicevamo, non c’è spazio solamente per i nomi bensì anche per le parole e, anche in questa top-ten, primeggia Nadia Toffa. Subito dopo, a seguire, Notre-Dame, la cattedrale devastata nel 2019 da un terribile incendio. In lista anche Sanremo e le “elezioni europee”, tenutesi a maggio, ma anche Joker. Cosa invece gli italiani hanno cercato di “fare” nel 2019?

Pare che il quesito dell’anno sia: come fare domanda per diventare navigator?. Una ricerca che disvela le tendenze sociali attuali anche se un grande classico come “come risolvere il cubo di Rubik?” è una domanda che non tramonta mai e anzi, si tramanda di generazione in generazione. Al terzo posto troviamo “come fare la valigia?“, domanda che si lega strettamente ad un’altra top-ten che ha preso invece in considerazione le 10 mete turistiche più cercate quest’anno dagli italiani.

Perché è caduto il governo?”

Su tutte primeggia l’esotica Zanzibar, seguita dalla più vicina Croazia, dalla mai scontata Sardegna. E c’è da dire che nella top-ten sono tante le mete italiane che sembrano essere state predilette rispetto a quelle straniere: troviamo in 4° posizione la Calabria, in 5° la Puglia, all’°8 la Toscana e a chiudere il cerchio, subito prima delle classiche Maldive, il Trentino. Ma il popolo italiano, si sa, è soprattutto il Paese dei ‘perché?‘ e quest’anno, particolarmente tempestoso per la politica, in cima alle ricerche non poteva che essere “perché è caduto il governo?”, quesito a cui tutti hanno voluto darsi una risposta. Emblema del Paese il fatto che, subito dopo la politica, arrivi a gamba tesa il calcio con una domanda prettamente tecnica ma comunque di “fondamentale” importanza: perché è stata rinviata Lazio – Udinese?. A ruota, un fenomeno attualissimo, perché si chiamano sardine?, in riferimento al fenomeno che sta popolando le piazze italiane.

Largo spazio poi ai dilemmi sulla cucina e in cima c’è una ricetta, che su tutte, è stata la più cercata del 2019 dagli italiani: quella della pastiera napoletana. A ruota le ricerche su tiramisù, lenticchie, colombe e chiacchiere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui